Le Tradizioni
Cultura
Associazione Centro Storico home
 
I Misteri
Maria Maddalena
   
Tradizioni
Cultura   Associazione  
 

 
               
 

 

 

Il significato simbolico del Mistero è che con la penitenza si ottiene il perdono di Dio.

Il Mistero rappresenta la Santa sospesa in aria nei pressi dell’altare, la scena è completata da quattro angeli: i due ai piedi dell’altare fanno le veci dei chierichetti, gli altri due, ai lati della Santa, porgono il vaso di alabastro contenente l’olio con cui la Maddalena avrebbe unto Gesù e un libro con sopra un teschio che sta a simboleggiare la morte.
La storia ci racconta infatti che dopo la morte di Gesù la Maddalena visse con la vergine Maria in Gerusalemme, poi fu messa dai giudei su una barca con i fratelli Lazzaro e Marta e lasciata in balia delle onde. Approdata a Marsiglia si ritirò in un luogo isolato e lì visse trenta anni cibandosi di frutti selvatici e dormendo sulla nuda terra, mentre Lazzaro divenne vescovo di Marsiglia. Un giorno la santa chiese a S.Massimino, vescovo di Aix, di comunicarla e quando questi entrò in chiesa la vide sospesa e, dopo averla comunicata, vide la sua anima salire al cielo.

In Via Ferrari c’era una chiesetta dedicata a S.Maria Maddalena
La Chiesa latina era solita accomunare nella liturgia le tre distinte donne di cui parla il Vangelo e che la liturgia greca commemora separatamente: Maria di Betania, sorella di Lazzaro e di Marta, l'innominata peccatrice "cui molto è stato perdonato perché molto ha amato" (Lc. 7, 36-50), e Maria Maddalena o di Magdala, l'ossessa miracolata da Gesù, che ella seguì e assistette con le altre donne fino alla crocifissione ed ebbe il privilegio di vedere risorto. L'accostamento tra Maria Maddalena e la prostituta redenta risale in realtà al 591, quando il papa Gregorio Magno, basandosi su alcune tradizioni orientali, in un suo sermone identificò le due figure. Tuttavia questa identificazione non trova riscontro nei Vangeli, tanto che nel 1969 il Vaticano riconobbe ufficialmente l'errore di Gregorio Magno. L'identificazione di Maria Maddalena con Maria di Betania o con la peccatrice è stata esplicitamente rigettata dalla Chiesa cattolica solo durante il concilio Vaticano II ed è rifiutata anche dai protestanti.

 

La Maddalena*

‘Ncoppe u Calvarie a le piere de la Croce
sentette Maddalena chella voce
che predecava lu perdone e la pace
da lu mestiere mò ce benerice.

(Sul calvario ai piedi della Croce / udì maddalena quella voce / che predicava il perdono e la pace / dal mistero ora ci benedice.)

*da una poesia di Michele Buldrini tratto da: Arnaldo Brunale, Campuasciane Assèlute – Dialetto / Enzo Nocera editor – Campobasso 2007

   
 

 

Disegno di
Pasquale Mattei - 1856

Foto di
Antonio Trombetta - 1874

         
   
Pagina inizialecosa c' da vedereCome arrivare, sistemarsi,  muoversistoria, tradizioni, personaggiultime notiziechi siamo e che cosa facciamoscrivici!